Sono infondate le q.l.c. sulle norme della legge della Provincia autonoma di Bolzano in tema di servizi di trasporto sportivo o turistico-ricreativo

Sono infondate le q.l.c. sulle norme della legge della Provincia autonoma di Bolzano in tema di servizi di trasporto sportivo o turistico-ricreativo

La Corte costituzionale ha ritenuto non fondati i dubbi di legittimità costituzionale dell’art. 45 della legge della Provincia autonoma di Bolzano n. 10 del 2018, in riferimento all’art. 117, secondo comma, lettera e), Cost., agli artt. 30 e 164, comma 2, cod. contratti pubblici, e all’art. 117, primo comma, Cost., e agli artt. 3, 30 e 41 della direttiva 2014/23/UE, nella parte in cui, prevedendo che le concessioni e i relativi rinnovi rilasciati prima dell’entrata in vigore della legge medesima si configurano come provvedimenti autorizzatori, consente che le concessioni degli impianti a fune vengano rilasciate su richiesta dell’interessato senza alcuna procedura ad evidenza pubblica.