angle-left All’Ad. plen. l’applicabilità del divieto di clausole di esclusione cd atipiche dalle gare di appalto in relazione a quelle che vietano o limitano l’avvalimento

All’Ad. plen. l’applicabilità del divieto di clausole di esclusione cd atipiche dalle gare di appalto in relazione a quelle che vietano o limitano l’avvalimento

La quinta sezione del Consiglio di Stato ha rimesso all’Adunanza plenaria la determinazione dell’ambito di applicazione del divieto di clausole di esclusione atipiche dalla gara di appalto, con riferimento alle clausole con cui le stazioni appaltanti vietando o limitando la possibilità per i concorrenti di fare ricorso all’avvalimento precludono, di fatto, la partecipazione alla gara degli operatori economici che siano privi dei corrispondenti requisiti di carattere economico-finanziario o tecnico-professionale. In particolare, se sia nulla la clausola con cui, per gli appalti di lavori pubblici di importo pari o superiore a 150.000 euro, sia consentito il ricorso all’avvalimento dell’attestazione SOA soltanto da parte di soggetti che posseggono una propria attestazione SOA.