angle-left Sospensione in Calabria nel periodo di emergenza Covid degli esercizi con distributori automatici che vendono bevande e alimenti confezionati h 24

Sospensione in Calabria nel periodo di emergenza Covid degli esercizi con distributori automatici che vendono bevande e alimenti confezionati h 24

  • Tar Catanzaro, sez. I, dec., 24 aprile 2020, n. 270 – Pres. Pennetti

  • Covid-19 – Calabria – Distributori automatici – Vendita bevande e alimenti confezionati h 24 – Chiusura nella fase emergenziale – Non va sospesa.

        Non va accolta l’istanza di sospensione cautelare delle ordinanze del Sindaco di Catanzaro che, al fine di contenere il rischio di diffusione del Covid-19, hanno disposto e poi prorogato la sospensione, salvo che negli ospedali, dell’apertura degli esercizi commerciali di negozio bar self service attraverso distributori automatici che vendono bevande e alimenti confezionati h 24 in locale liberamente accessibile, e ciò in quanto tali esercizi, privi di misure strutturali di distanziamento fra le persone, non consentono di evitare gli assembramenti predetti che sono di per sé occasione di contagio e possibile veicolo di diffusione del virus (1).
     

    (1) Ha chiarito il Tar che in base ad una comparazione degli interessi - pubblici e privati - in conflitto, nel periodo di emergenza Covid-19, si deve dare preminente rilievo all’interesse pubblico alla tutela della salute collettiva.


    Anno di pubblicazione:

    2020

    Materia:

    Covid-19, Calabria

    Tipologia:

    Focus di giurisprudenza e pareri