angle-left Inammissibile la q.l.c. sulla deroga alle distanze legali prevista nella legge regionale sul governo del territorio della Lombardia

Inammissibile la q.l.c. sulla deroga alle distanze legali prevista nella legge regionale sul governo del territorio della Lombardia

La Corte costituzionale dichiara inammissibili le questioni di legittimità costituzionale sollevate dal Consiglio di Stato in sede consultiva relative alla deroga delle distanze legali sancita dalla legge urbanistica n. 12 del 2005 della Regione Lombardia. La pronuncia discende dall’omessa illustrazione, da parte del rimettente, delle ragioni che rendono necessaria l’applicazione della disciplina impugnata nel giudizio a quo: ciò in considerazione che il perimetro applicativo della normativa di cui trattasi è circoscritto alla sola fase transitoria di adeguamento degli strumenti urbanistici vigenti come ivi delineata e non riguarda la revisione dei piani di governo del territorio che, come nel caso di specie, siano stati già approvati