angle-left Esclusione dalla gara per condanna con sentenza a patteggiata

Esclusione dalla gara per condanna con sentenza a patteggiata

  • Tar Catanzaro, sez. II, 17 maggio 2018, n. 1063 – Pres. Durante, Est. Giancaspro

  • Contratti della Pubblica amministrazione - Esclusione dalla gara – Condanna con sentenza di patteggiamento ex art. 444 c.p.p. – Conseguenza.

     

             In materia di appalti pubblici, la sentenza di applicazione della pena su richiesta ex art. 444 c.p.p. rileva quale debito accertamento delle condotte ivi sanzionate ai sensi di quanto previsto dall'art. 80, comma 5, lett. a), d.lgs. 18 aprile 2016, n. 50; infatti, non solo l'art. 445 c.p.p. stabilisce l'equiparazione della sentenza di patteggiamento alla sentenza di condanna, ma è lo stesso art. 80, d.lgs. n. 50 del 2016  a recepire esplicitamente la detta equiparazione sia pure in riferimento alla distinta ipotesi di cui al comma 1, che tuttavia, sul piano della ratio di tutela, non presenta sostanziali differenze (1).

     

    (1) Ha ricordato il Tar che le misure di self cleaning non possono essere apprezzate dalla stazione appaltante in funzione “sanante”, allorché vi sia una dichiarazione non veritiera resa, a monte, dal concorrente in ordine alla assenza di violazioni delle norme in matteria di salute e sicurezza sul lavoro.


    Anno di pubblicazione:

    2018

    Materia:

    Contratti della Pubblica amministrazione, Esclusione dalla gara

    Tipologia:

    Focus di giurisprudenza e pareri