angle-left All’Adunanza plenaria l’interpretazione della disciplina degli interventi edilizi eseguiti in base a permesso di costruire annullato in sede giurisdizionale

All’Adunanza plenaria l’interpretazione della disciplina degli interventi edilizi eseguiti in base a permesso di costruire annullato in sede giurisdizionale

La quarta sezione del Consiglio di Stato deferisce all’Adunanza plenaria la questione di diritto relativa all’interpretazione dell’art. 38 del d.P.R. n. 380 del 2001 (“Testo unico dell’edilizia”) al fine di chiarire quali siano i vizi che consentono la sanatoria, mediante irrogazione di una sanzione pecuniaria, di interventi edilizi realizzati sulla base di un permesso di costruire successivamente annullato. Essa ha evidenziato come su tale disposizione si siano formate diverse opzioni interpretative rispetto alle quali sarebbe preferibile quella c.d. “intermedia”, meglio rispondente alla necessità di garantire l’affidamento di chi ha ottenuto il rilascio del titolo poi annullato, sino al limite massimo consentito dalla contrapposta tutela del terzo.