Icona FacebookIcona TwitterIcona MailIcona Stampa

Nullità del ricorso depositato dopo l’1 gennaio 2017 che non è stato firmato digitalmente

Tar Catanzaro, sez. I, ord. caut., 9 febbraio 2017, n. 50  

Processo amministrativo – Processo amministrativo telematico – Ricorso prodotto in formato nativo digitale - Non sottoscritto con firma digitale – Nullità – Riconoscimento errore scusabile – Condizione.

          In un giudizio sottoposto alla disciplina del processo amministrativo telematico (PAT), è nullo il ricorso prodotto in formato nativo digitale ma non sottoscritto con firma digitale; è peraltro riconoscibile l’errore scusabile ove il ricorso sia stato notificato quando ancora non erano vigenti le norme in materia di processo amministrativo telematico e il deposito ha avuto luogo successivamente all’1 gennaio 2017 (1).

 

(1) Il Tar dopo aver dichiarato la nullità del ricorso ha accolto l’istanza di rimessione in termini per errore scusabile, ai sensi dell’art. 37 c.p.a., in considerazione delle comprensibili e oggettive incertezze riscontrabili soprattutto in casi in cui, come quello di specie, la notificazione del ricorso è stata effettuata quando ancora non erano vigenti le norme in materia di processo amministrativo telematico e il deposito ha avuto luogo successivamente all’entrata in vigore del PAT.