Giustizia Amministrativa

N. 00870/2017 AFFARE

Numero 01264/2017 e data 30/05/2017 Spedizione

logo

REPUBBLICA ITALIANA

Consiglio di Stato

Sezione Consultiva per gli Atti Normativi

Adunanza di Sezione del 18 maggio 2017


NUMERO AFFARE 00870/2017

OGGETTO:

Ministero delle infrastrutture e dei trasporti.


Schema di decreto del Presidente della Repubblica recante: “Modifica all’appendice XI del regolamento di esecuzione del codice della strada per la fissazione della sigla di individuazione della Provincia del Sud Sardegna, istituita con legge della Regione autonoma della Sardegna 4 febbraio 2016, n. 2”.

LA SEZIONE

Vista la nota n. 0018799 del 12 maggio 2017, con la quale il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, Ufficio legislativo, ha chiesto il parere del Consiglio di Stato sull'affare consultivo in oggetto;

Esaminati gli atti e udito il relatore, consigliere Giancarlo Luttazi.


Premesso e considerato:

1.- Il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, con nota pervenuta il 12 maggio 2017, ha richiesto il parere di questo Consiglio di Stato, ai sensi dell'art. 17, comma 1, lettera a), della legge 23 agosto 1988, n. 400, sullo Schema di decreto del Presidente della Repubblica recante: “Modifica all’appendice XI del regolamento di esecuzione del codice della strada per la fissazione della sigla di individuazione della Provincia del Sud Sardegna, istituita con legge della Regione autonoma della Sardegna 4 febbraio 2016, n. 2”.

Il Ministero precisa che con legge della Regione autonoma della Sardegna 4 febbraio 2016, n. 2, che ha definito il nuovo assetto territoriale delle autonomie locali della Regione, è stata individuata la circoscrizione territoriale della nuova Provincia del Sud Sardegna; e che di conseguenza vi è necessità di determinare la relativa sigla di individuazione, utile sia per la fabbricazione del talloncino autoadesivo da applicare a corredo delle targhe di immatricolazione ai sensi dell’articolo 260, comma 3, del citato regolamento di esecuzione del codice della strada (decreto del Presidente della Repubblica 16 dicembre 1992, n. 495) e contenente la sigla della provincia di residenza dell’intestatario della carta di circolazione, sia per la gestione, da parte della provincia stessa, dell’imposta provinciale di trascrizione (I.P.T.), di cui all’articolo 56 del decreto legislativo 15 dicembre 1997, n. 446 (“Istituzione dell'imposta regionale sulle attività produttive, revisione degli scaglioni, delle aliquote e delle detrazioni dell'Irpef e istituzione di una addizionale regionale a tale imposta, nonché riordino della disciplina dei tributi locali”). Sicché, tenuto conto che le sigle distintive delle provincie sono attualmente individuate dal comma 1-bis dell’appendice XI del richiamato decreto del presidente della Repubblica n. 495 del 1992, lo schema di decreto in esame ha lo scopo di modificare la disposizione, identificando la sigla distintiva della nuova Provincia del Sud Sardegna, che è indicata nel provvedimento in “SU”.

Lo schema - corredato da Relazione illustrativa, analisi dell’impatto della regolamentazione (AIR), analisi tecnico-normativa (ATN) e Relazione tecnica - consta di un unico articolo.

2. - Si osserva, relativamente al testo dello schema, quanto segue:

- si rileva che i commi degli articoli della Costituzione, data l’epoca e il rango della fonte, non vanno numerati (v. invece, per le fonti più recenti, la “Guida alla redazione dei testi normativi” di cui alla Circolare della Presidenza del Consiglio dei Ministri 2 maggio 2001, n. 1/1.1.26/10888/9.92, punto 2.3.3); pertanto la premessa dello schema andrebbe rettificata (non “VISTO l’articolo 87, comma 5, della Costituzione” ma “VISTO l’articolo 87, quinto comma, della Costituzione”);

- pure nella premessa si suggerisce di sostituire all’acronimo “BURAS” la locuzione “Bollettino ufficiale della Regione autonoma della Sardegna” o, per evitare ripetizioni lessicali nell’alinea di riferimento, la locuzione “Bollettino ufficiale di quella Regione autonoma”;

- relativamente all’alinea che, nella premessa, reca il seguente testo “VISTA la legge della Regione autonoma della Sardegna 4 febbraio 2016, n. 2, recante il riordino del sistema delle autonomie locali della Sardegna, pubblicata nel BURAS n. 6 dell’11 febbraio 2016, e, in particolare, l’articolo 25 che individua la circoscrizione territoriale della nuova Provincia del Sud Sardegna, per la quale sussiste la necessità di determinare la relativa sigla di individuazione utile per la fabbricazione del talloncino autoadesivo da applicare a corredo della targa di immatricolazione”; si suggerisce:

a) di separare, per chiarezza espositiva, la seconda parte (“, per la quale sussiste la necessità di determinare la relativa sigla di individuazione utile per la fabbricazione del talloncino autoadesivo da applicare a corredo della targa di immatricolazione”), che riveste una propria autonomia logico-motivazionale, e anzi intende indicare la ratio dell’emanando provvedimento;

b) di aggiungere a quella seconda parte l’ulteriore ragione alla base dell’emanando provvedimento, esposta nella Relazione illustrativa, nell’ATN [parte I, n. 1)] e nell’AIR [Sezione 1, lettera A), e Sezione 3]: consentire la gestione, da parte della Provincia del Sud Sardegna, dell’imposta provinciale di trascrizione, di cui all’articolo 56 del decreto legislativo 15 dicembre 1997, n. 446]. A titolo esemplificativo, si indica per la seconda parte in argomento il seguente testo; “CONSIDERATO che l’individuazione della circoscrizione territoriale della nuova Provincia del Sud Sardegna comporta la necessità di determinare la relativa sigla di individuazione; sia al fine della fabbricazione del talloncino autoadesivo da applicare a corredo della targa di immatricolazione ai sensi dell’articolo 260, comma 3, del citato regolamento di esecuzione del codice della strada di cui al decreto del Presidente della Repubblica 16 dicembre 1992, n. 495”; sia per la gestione, da parte della Provincia stessa, dell’imposta provinciale di trascrizione, di cui all’articolo 56 del decreto legislativo 15 dicembre 1997, n. 446”;

- relativamente alla rubrica dell’articolo 1 (“Modifiche al comma 1-bis dell’appendice XI – articoli 255-256 al titolo III del decreto del Presidente della Repubblica 16 dicembre 1992, n. 495”) appare più adeguata, in luogo della parola “Modifiche”, la parola “Modifica”, essendo unica la modifica apportata.

P.Q.M.

Nelle esposte considerazioni è il parere favorevole della Sezione.


 
 
L'ESTENSOREIL PRESIDENTE
Giancarlo LuttaziGerardo Mastrandrea
 
 
 
 

IL SEGRETARIO

Cinzia Giglio