Giustizia Amministrativa

N. 15902/2015 REG.RIC.

N. 00858/2016 REG.PROV.CAU.

N. 15902/2015 REG.RIC.           

logo

REPUBBLICA ITALIANA

Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio

(Sezione Terza Ter)

ha pronunciato la presente

ORDINANZA

sul ricorso numero di registro generale 15902 del 2015, proposto da


EASYJET AIRLINE COMPANY LTD., in persona del legale rappresentante p.t., elettivamente domiciliata in Roma, piazza del Popolo n. 18 presso lo studio legale Dandria e rappresentata e difesa nel presente giudizio dall'avv. Gennaro D'Andria;


contro

- MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE, in persona del Ministro p.t., domiciliato in Roma, via dei Portoghesi n. 12 presso la Sede dell’Avvocatura Generale dello Stato che ex lege lo rappresenta e difende nel presente giudizio;
- MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI, in persona del Ministro p.t., domiciliato in Roma, via dei Portoghesi n. 12 presso la Sede dell’Avvocatura Generale dello Stato che ex lege lo rappresenta e difende nel presente giudizio;
- E.N.A.C., in persona del legale rappresentante p.t., domiciliato in Roma, via dei Portoghesi n. 12 presso la Sede dell’Avvocatura Generale dello Stato che ex lege lo rappresenta e difende nel presente giudizio;

nei confronti di

ASSAEROPORTI, in persona del legale rappresentante p.t. – non costituita in giudizio

e con l'intervento di

RYANAIR LTD., in persona del legale rappresentante p.t., elettivamente domiciliata in Roma, via Giuseppe Cuboni n. 12 presso lo studio degli avv.ti Matteo Castioni, Giannalberto Mazzei, Rosaria Arancio e Arcangelo Pecchia che la rappresentano e difendono nel presente giudizio;

per l'annullamento

previa sospensione dell'efficacia,

del decreto interministeriale prot. 0000357-29/10/2015 avente ad oggetto la misura dell'incremento dell'addizionale comunale sui diritti di imbarco di cui all'art. 2 co. 11 della l. n. 350/03 e ss.mm.ii.;


Visti il ricorso e i relativi allegati;

Visti gli atti di costituzione in giudizio degli enti ed amministrazioni in epigrafe indicate;

Vista la domanda di sospensione dell'esecuzione del provvedimento impugnato, presentata in via incidentale dalla parte ricorrente;

Visto l'art. 55 cod. proc. amm.;

Visti tutti gli atti della causa;

Ritenuta la propria giurisdizione e competenza;

Relatore nella Camera di Consiglio del giorno 18 febbraio 2016 il dott. Michelangelo Francavilla e uditi per le parti i difensori come specificato nel verbale;


Considerato che, in relazione a quanto dedotto con il primo motivo e al fine di mantenere inalterato lo stato di fatto e di diritto fino alla definizione del giudizio, risulta necessario accogliere parzialmente l’istanza cautelare e, per l’effetto, sospendere l’efficacia dell’atto impugnato limitatamente alla previsione dell’addizionale per il periodo 1 gennaio 2016 – 20 febbraio 2016;

Ritenuto, poi, di dovere disporre la compensazione delle spese della fase cautelare in ragione dell’accoglimento solo parziale dell’istanza cautelare;

Ritenuto, infine, di dovere fissare, per la sollecita definizione del giudizio, la pubblica udienza indicata nella parte dispositiva;

P.Q.M.

Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio (Sezione Terza Ter):

1) accoglie parzialmente l’istanza cautelare e, per l’effetto, sospende l’efficacia dell’atto impugnato limitatamente alla previsione dell’addizionale per il periodo 1 gennaio 2016 – 20 febbraio 2016;

2) dispone la compensazione delle spese della fase cautelare;

3) fissa, per la definizione del giudizio, la pubblica udienza del giorno 30 giugno 2016, ore di rito.

La presente ordinanza sarà eseguita dall'Amministrazione ed è depositata presso la segreteria del Tribunale che provvederà a darne comunicazione alle parti.

Così deciso in Roma nella Camera di Consiglio del giorno 18 febbraio 2016 con l'intervento dei magistrati:

Mario Alberto di Nezza, Presidente FF

Michelangelo Francavilla, Consigliere, Estensore

Maria Grazia Vivarelli, Consigliere

 
 
L'ESTENSOREIL PRESIDENTE
 
 
 


DEPOSITATA IN SEGRETERIA

Il 19/02/2016

IL SEGRETARIO

(Art. 89, co. 3, cod. proc. amm.)